FOTO OGGETTI D’ARTE

foto oggetti d’arte

Le arti applicate, meglio note come arti minori, da sempre si sono trovate al centro di un dibattito culturale: appartengono alle “scienze” liberali così come la scultura, la pittura e l’architettura oppure si trovano ancora a vivere una condizione di subordinazione? E’ l’antica querelle ereditata dalla storia dell’arte.
Oggi, le arti applicate, sono divise dall’arte da una linea sottile, quasi impercettibile e, forse, non più esistente.

I lusinghieri risultati che in questi anni si sono raggiunti sono la dimostrazione che le arti applicate siano definitivamente considerate alla pari di quelle liberali. Manufatti in porcellana, maiolica o vetro, orologi da tavolo, arazzi, tessuti, tappeti entrano a pieno diritto in questa sorta di limbo nel quale, gli artisti, oltre ad occuparsi di scultura, pittura e architettura, si sono dedicati con passione alla realizzazione di oggetti decorativi o di uso domestico, uno per tutti Giò Ponti.

Gli oggetti-opere d’arte, infatti, con difficoltà possono essere definiti prodotti artigianali, ma allo stesso tempo descrivono quella competenza tecnica e pratica, tipica dei laboratori e delle botteghe. Proprio per questo oggetti-opere d’arte sono sia frutto di una competenza produttiva che di un talento artistico.

Da queste considerazioni è facile comprendere quanto vasto ed eterogeneo sia il campo d’interesse di questo Dipartimento che quotidianamente si trova a dover affrontare un lavoro di studio e schedatura nel tentativo di fornire alla propria clientela una presentazione quanto più esaustiva possibile non solo per epoca e area geografica ma anche attraverso un’accurata ricerca bibliografica